.
Annunci online

finanziarie


News


17 aprile 2011

Prestiti e Mutui più cari

La BCE ha aumentato, dopo una lunghissima pausa, i tassi di interesse a cui fanno riferimento banche e finanziarie per l'ottenimento della liquidità da prestare ai propri clienti.
L'obiettivo è quello di portare il costo del denaro in pochi anni di nuovo al 3%.

Il primo passo è stato fatto il 7 aprile dove l'euribor è salito dall'1% fissato nel 2008 all'1,25%. E' quindi presumibilmente solo un primo step verso una serie di aumenti che avverranno nei prossimi mesi. C'era probabilmente da aspettarselo poichè tali voci venivano ventilate già da diversi mesi.

Aumentano quindi i mutui per le famiglie italiane. Si calcola che l'incremento medio del mutuo per ogni famiglia incida per circa 216 euro l'anno.
Ma non solo i mutui aumentano anche i prestiti: sia prestiti personali che cessione del quinto poichè anch'essi legati agli indici europei.

Nei prossimi aggiornamenti rate vedrete, se avete un mutuo a tasso variabile, qualche, per ora piccolo incremento di rata (si tratta solo di uno 0,25% rispetto a prima) ma presumibilmente tali aumenti continueranno nei prossimi mesi se e quando la BCE deciderà di ritoccare nuovamente i tassi di interesse.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. euribor mutui tassi

permalink | inviato da prestiti il 17/4/2011 alle 3:31 | Versione per la stampa


2 aprile 2011

Findomestic: spese di istruttoria a zero

Findomestic ha deciso di azzerare le spese di istruttoria sui prestiti personali a seguito di una indagine Ipsos dalla quale emerge che il 50% degli italiani non ha ben chiara l'informazione riguardante il tasso di interesse finale derivato dagli interessi effettivi (tan) e costi accessori.

Così facendo, l'amministratore delegato della finanziaria prestiti Chiaffredo Salomone, è convinto di semplificare la trasparenza nei confronti della clientela spesso disorientata muovendo i primi passi verso le direttive richieste da Banca d'Italia che da alcuni anni ha avviato la riforma del credito al consumo per proseguire sulle linee guida imposte dalla comunità europea.

Nello specifico lo studio sottolinea che troppo spesso i richiedenti non hanno ben chiari i concetti riguardanti: spese di istruttoria (solo il 65% sanno cosa sono), spese di apertura pratica (conosciute dal 55% degli intervistati), assicurazione (conosciuta dal 52%), spese di incasso rata (conosciute solo dal 40%) nonostante negli ultimi anni soprattutto il settore del credito al consumo sia sempre più utilizzato dagli italiani.


2 aprile 2011

Riapre Zopa

A quasi due anni di distanza dal decreto di cancellazione da parte di Banca d'Italia dall'elenco speciale ex art 107 di Zopa e quindi lo stop a operare, l'annuncio di Maurizio Sella, amministratore delegato della società, che a breve l'operatività verrà ripristinata.

Un complesso iter burocratico riporta quinzi Zopa, portale leader all'epoca del social landing, sul mercato.
Zopa metteva a disposizione la propria piattaforma dove prestatori e richiedenti potevano richiedere e offrire prestiti.

La società può di nuovo operare grazie al nuovo statuto che la classifica oggi come istituto di pagamento.Si stanno approntando le ultime modifiche contrattuali per ripristinare quanto prima a pieno l'operatività di Zopa.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. prestiti zopa social landing

permalink | inviato da prestiti il 2/4/2011 alle 1:40 | Versione per la stampa
sfoglia           
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Finanziamenti
Leasing
Finanziarie
News

VAI A VEDERE

Finanziamenti Auto
Soldi
Piccoli prestiti
Finanziamenti personali
Prestito personale
trer


CERCA